.
Annunci online

Ermannolombardo
Et in Arcadia Ego. Primo blog della federazione Mariologica del Partito Democratico


Cultura e Politica


8 ottobre 2007

FOTO SOTTO: RAPPORTO MAGISTRATURA-POLITICA

 
Magistrati che vanno in televisione...politici che fanno i magistrati, magistrati che fanno i politici, nan e ballerine, lifting e moglie...il grande circo Barnum della Politica Italiana è giunto alla sua apoteosi....

Nessuno si senta offeso.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Politica magistrati

permalink | inviato da Ermannolombardo il 8/10/2007 alle 12:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


29 luglio 2007

AMICHEVOLE GIOVANI DL – DS: I RAGAZZI “GIOCANO” VERSO IL PD.

 Si è conclusa ieri (27/7) in tarda serata l’amichevole di calcetto tra i giovani Dl e Ds; che si è tenuta ad Acilia presso la Polisportiva San Giorgio.La partita si è articolata con un breve incontro simbolico tra le ragazze dei due movimenti, che ha comunque visto vittoriose le giovani “dielline”, con un goal a sorpresa di Valentina Desideri, presidente della Direzione dei GdM Roma, che era accompagnata dalle sue colleghe dell’esecutivo: Alice Frantellizzi, Cristina Zaccheo e Luana Fraioli; nonché la responsabile giovani Dl sul XIII Valentina Belleggia. Subito dopo si è svolto l’incontro con i ragazzi, dove hanno prevalso i Giovani della Margherita per 8 a 3; un match avvincente davvero. Alla partita hanno preso parte Ermanno Lombardo, coordinatore romano dei GdM, Luca Beodni, Simone Barbierio, della Direzione GdM e dei ragazzi del gruppo giovani del XIII Municipio; per i Ds erano presenti i ragazzi dei circoli del XIII e il coordinatore della sinistra giovanile sul XIII Municipio Fabrizio Nikzad.
Questa partita è un simpatico approccio fuori dagli schemi che i giovani Dl e Ds hanno voluto dare nel cammino verso il PD; che sarà seguito certamente da un duraturo lavoro anche nel periodo estivo.


25 luglio 2007

A3- SALERNO- REGGIO CALABRIA


 Il cardinal Martino è stato 5 ore in fila sulla A3 e si è almentato dicendo che i cittadini debbono ribellarsi....
A cardinà: so 50 anni che quella strada è così e nessuno s'è mai permesso di dire ai cittadini di ribellarsi. Capisco che sarebbe ora di falla finita: le strategie sono tre:
1) Finire i lavori (se Dio vuole e Lei è un intercessore presso Dio, per cui faccia il suo lavoro, perchè la Repubblica non farà mai il proprio)
2) Abbandonare il Sud alla sua triste fine;
3) Eliminare da Napoli in giù.

Ciascuno faccia la propria scelta


16 luglio 2007

VACANZE ROMANE


16 luglio 2007

IL MANIFESTO DEI CORAGGIOSI:IO L'HO FIRMATO E TU?

Il Partito Democratico deve aiutare il Governo a cambiare rotta e a rivolgere un messaggio chiaro al Paese.

Dopo il primo anno, i risultati positivi vengono incrinati da un rapporto via via più difficile con l'opinione pubblica.

E' finita la lunga stagione in cui la coesione del centrosinistra è stata garantita dall'antagonismo verso Berlusconi.

Non è possibile esaurire la missione di questa legislatura nel risanamento economico. Già l'esperienza del 1996-2001 ha insegnato che non appena è stato raggiunto l'ambizioso traguardo dell'Euro la crisi politica è stata immediata. Occorre indicare con nettezza agli italiani gli obiettivi e comunicarli in modo preciso, chiaro, bene organizzato.

Le difficoltà non vanno sottovalutate, ma esplicitate, per essere risolte.

C'è delusione tra i ceti popolari: non si colgono ancora i benefici per chi ha un reddito fisso; le conseguenze dei tagli degli anni passati incidono sui servizi.

Si sta radicando un'insofferenza nei ceti medi, tra piccoli imprenditori, commercianti, artigiani, professionisti; l'eccesso di adempimenti fiscali e amministrativi rende mal difendibile la sacrosanta azione contro l'evasione fiscale.

Un incessante e coraggioso processo riformatore è indispensabile per superare le difficoltà competitive dell'Italia e agganciare il mondo che corre.

La missione di questi anni per l'Italia è il ritorno alla crescita: la capacità di far crescere l'economia, produrre più ricchezza e benessere, ridurre la pressione fiscale, creare più lavoro, migliore e meno precaria occupazione.

Crescita però è una parola che va declinata in modo comprensibile ed efficace: bisogna mostrarne i benefici per i cittadini e soprattutto dare una spinta di ottimismo e fiducia.

La nascita del Partito democratico rappresenta in sé una svolta.

È una decisione coraggiosa; è stato coraggioso il superamento di DS e Margherita per dare vita a un partito nuovo e aperto. Questo partito avrà l'ambizione di costruire alleanze europee ed internazionali innovative. Avrà un impianto pluralista e laico, per cui l'ispirazione religiosa e i valori ideali avranno libertà e forza, senza integralismi.

Coraggioso e nuovo è l'appuntamento popolare del 14 ottobre. La candidatura di Walter Veltroni ha esordito con una chiara e positiva discontinuità.

Per battere i riflessi egoistici della destra, che parlano al ventre di molti italiani, ma soprattutto per scongiurare che nasca un "blocco sociale" potenzialmente maggioritario e a noi avverso - che già si vede in alcune aree più dinamiche del Paese e specialmente nel Nord - occorre che il PD sia molto più che un partito nuovo. Proporrà una forte ispirazione nazionale dei compiti dell'Italia. Incontrerà le vocazioni, i talenti, i problemi dei territori con un'organizzazione autonomistica e federale corrispondente alla nostra moderna visione delle istituzioni.

Il Partito Democratico deve produrre un sano shock politico e progettuale per il centro sinistra. La sua nascita deve accompagnarsi con il nuovo messaggio al Paese. Senza porre mano al programma generale di governo, che dovrà procedere con l'impegno di tutta la coalizione, indichiamo 7 programmi d'azione prioritari da mettere in campo per i prossimi 4 anni:

  • L'ambiente, in primo luogo, terreno del nuovo umanesimo del XXI Secolo. No al localismo esasperato e alle ideologie della crescita zero; si a far respirare la natura e le città, migliorare la vita delle persone, dare all'Italia e all'Europa una leadership nella difesa del clima e della terra.

  • Modernizzare l'Italia è non solo indispensabile ma può essere popolare. Tutela del paesaggio, buona progettazione, tecnologie moderne debbono sposare un programma, con tappe precise entro la fine della legislatura, di costruzione di infrastrutture per la mobilità bloccata, termovalorizzatori ed impianti energetici avanzati.

  • Coesione sociale è futuro. Nell'oggi, tutelare il potere d'acquisto di stipendi e pensioni; migliorare i servizi per le persone. Per l'Italia di domani: i nostri figli sono un bene pubblico; è urgente uscire dall'inverno demografico. Il welfare sia amico delle famiglie con più occupazione femminile, più equità tra le generazioni, una vecchiaia più attiva e sostegni ai non autosufficienti.

  • Etica pubblica della responsabilità. Oggi in Italia chi delinque è premiato. Le vittime non sono risarcite e di fatto vengono punite più degli autori dei delitti, che godono troppo spesso i benefici del crimine subendo sanzioni irrilevanti. Qui sta la radice dell'insicurezza: senza certezza dei diritti e delle pene non c'è Repubblica.

  • Per le imprese, una burocrazia più snella, subito. Una regolazione liberale e liberalizzazioni in economia, con totale separazione tra politica e affari. Ma, molto di più: il messaggio che siamo dalla parte di chi crea ricchezza, di chi ama fare. Siamo dalla parte di chi innova, ricerca, rischia, crea l'eccellenza della qualità italiana.

  • Potere alla creatività dei giovani, che hanno diritto a un ascensore sociale, che torni a far salire talenti, merito, lavoro. Grazie al sapere, alle tecnologie, alla garanzia di accesso alla rete. Con la cultura, espressione del patrimonio e dell'identità della patria e protagonista dello sviluppo del XXI Secolo.

  • L'Italia nel mondo sa da che parte stare: costruisce pace, diritto, diritti umani, sicurezza, contrastando il fondamentalismo terrorista con la forza necessaria. In Europa promuoverà politiche comuni - ambiente, energia, immigrazione, difesa - con i paesi che vogliono cooperare senza restare schiavi dell'unanimismo né dell'antieuropeismo. Sarà dinamica nella politica di solidarietà con l'Africa, in una visione di comune destino.

La maggioranza che ha vinto le elezioni deve governare i cambiamenti. Sappiamo che potrà essere confermata solo se soddisferà le attese degli elettori.

Altrimenti, il Partito Democratico dovrà proporre una alleanza di centrosinistra di nuovo conio. Per non riconsegnare l'Italia alle destre, ma soprattutto per non essere imprigionato dal minoritarismo e dal conservatorismo di sinistra, né dalla paralisi delle decisioni.

Noi firmatari sosteniamo Walter Veltroni che a queste ragioni si ispira e che può dare loro forza e consenso.


26 giugno 2007

26 GIUGNO: CONVEGNO ROMA CITTA'SOLARE

Finiamo così, in bellezza, come abbiamo cominciato




permalink | inviato da Ermannolombardo il 26/6/2007 alle 0:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


22 maggio 2007

LA LOCOMOTIVA....

Andrè ma ke stai a fa?...




permalink | inviato da il 22/5/2007 alle 23:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (18) | Versione per la stampa


11 maggio 2007

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO




permalink | inviato da il 11/5/2007 alle 15:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


7 maggio 2007

A ROMA SI PUO'

Conoscere una 29 enne in cerca disperata di finanziamenti per aprire una impresa e disperata se si rivolge a me
Passare ore in nel proprio partito a capire chi si occupa di finanziamenti alle imprese senza riuscire nell'opera
Uscire la mattina che c'è il sole estivo e rientrare la sera con la pioggia invernale
Predicare per ore e sui giornali la solidarietà intragenerazionale ed essere aggrediti da un ragazzino de borgata




permalink | inviato da il 7/5/2007 alle 20:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa


28 aprile 2007

TURCHIA: I MILITARI MINACCIANO INTERVENTO NELLE ELEZIONI

Ecco perchè non c'entrano niente coll'Europa.

Stiamo bene anche senza di voi...




permalink | inviato da il 28/4/2007 alle 22:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


11 marzo 2007

ACCLAMIAMO IL NUOVO SEGRETARIO RICCARDO MILANA


AUGURI




permalink | inviato da il 11/3/2007 alle 21:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa


9 marzo 2007

AL VIA IL CONGRESSO ROMANO DELLA MARGHERITA

E ritira 20 Euro




permalink | inviato da il 9/3/2007 alle 0:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


1 marzo 2007

ALLA FINE NE RIMARRA' SOLO UNO...



I Nostri Highlander
Se penso che nelle loro mani è il destino del nostro governo...
me sembra na cattiveria, ma de na cattiveria




permalink | inviato da il 1/3/2007 alle 23:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


26 febbraio 2007

BERLUSCONI: ROMA CAPITALE DELLA DROGA

HA RAGIONE.
SONO TUTTI A MONTECITORIO




permalink | inviato da il 26/2/2007 alle 11:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


15 febbraio 2007

VICENZA: MANIFESTARE CONTRO SE STESSI E' UN PO DA COJONACCI




permalink | inviato da il 15/2/2007 alle 21:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa


9 febbraio 2007

DICO: MEGLIO DI UN CALCIO IN BOCCA

Poteva andare molto peggio...
ma anche molto meglio....




permalink | inviato da il 9/2/2007 alle 19:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (14) | Versione per la stampa


6 febbraio 2007

ALLA DIREZIONE ROMANA

Sorgente:
OMNIROMA TEXT Categoria:
Politica Content:
Testo

Omniroma-DL, GIOVANI MARGHERITA CONSEGNANO 'PETALO' A DIRIGENTI ROMA (OMNIROMA) Roma, 06 feb - Hanno consegnato un grosso petalo di margherita con la scritta "giovani" nella sede del partito di Roma per protestare contro quella che definiscono "la mancanza di dialogo, la poca attenzione e la scarsa considerazione che i dirigenti romani della Margherita hanno per i giovani del movimento". I giovani della Margherita si sono dati appuntamento alle 14 sotto la sede del partito romano, in via del Tritone, dove hanno lasciato un grande petalo e un documento, in vista del congresso romano che sembra fissato per il prossimo 4 marzo, nel quale lamentano: "La mancanza di dialogo, la non chiara logica di dibattito politico e la poca aggregazione con la dirigenza locale". Andrea Casu, 25 anni e capogruppo dell'Ulivo in I municipio ricorda che: "La quota partecipativa del 10% negli organismi del partito è stata disattesa, molti di noi non hanno avuto la possibilità di candidarsi alle scorse elezioni perché non è stato possibile e crediamo che la Margherita farà poca strada senza la spinta dei giovani". Nella capitale ci sono 45 circoli giovanili della Margherita ognuno raccoglie dai 15 ai 50 iscritti. Un'altra voce e' quella di Luciano Nobili che chiede: "A chiunque sia il prossimo segretario romano più impegno e più spazio per i giovani e rispetto dei punti programmatici fissati in passato". I 6 punti fondamentali inseriti nel documento consegnato alla direzione romana sono:
impegno a rispettare le quote giovani negli organismi di partito a tutti i livelli. Partecipazione di un delegato del coordinamento alle attività della Commissione di garanzia congressuale. L'impegno da parte del coordinatore romano a concordare e promuovere iniziative al sostegno dell'attività dei Giovani della Margherita. La costruzione di una sede politica per un interfaccia costante fra i giovani e il partito. Impegno concreto a sostegno degli impegni programmatici e la realizzazione di un percorso formativo interno rivolto ai giovani del partito. "Ora sembra che il congresso romano si farà il 4 marzo prossimo - ha ricordato Casu - sicuramente, e forse il 3, noi giovani faremo il nostro per arrivare a quello romano con proposte unitarie".

flo
061650 feb 07




permalink | inviato da il 6/2/2007 alle 18:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


6 febbraio 2007

GdM Roma:La Margherita si sta perdendo un petalo: i giovani

Comunicato Stampa



Una delegazione dei Giovani della Margherita di Roma si presenterà oggi alle
ore 14 alla sede del partito romano in via del Tritone 102 per manifestare
preoccupazione per le modalità di gestione della prossima fase congressuale e
per il mancato coinvolgimento dei giovani impegnati nel partito.

Preoccupati dall'assenza di regole certe, dalla mancanza di notizie sicure
persino sulle date di svolgimento e dal generale alone di mistero che avvolge
lo svolgimento del prossimo congresso romano della Margherita, i Giovani Dl
hanno deciso di manifestare il proprio dissenso nei confronti dei vertici del
partito romano con un documento politico che verrà consegnato nel corso della
manifestazione di oggi insieme ad un petalo gigante (oltre tre metri) che
rappresenta quello che la Margherita di Roma rischia di perdere
definitivamente: il rapporto con l'universo giovanile della capitale.

Della delegazione faranno parte, tra gli altri: rappresentanti degli studenti dei principali atenei romani (Ermanno Lombardo, Francesco Modeo, Guido Moscati, Rosario Oliverio), il giovane capogruppo dell'Ulivo del I Municipio (Andrea Casu), ed anche il segretario organizzativo (Luigi Madeo) e il coordinatore nazionale (Luciano Nobili) dei Giovani DL.

Si allega il documento politico.

I Giovani della Margherita di Roma giungono alla stagione congressuale
preoccupati dall'atteggiamento e dalle modalità con le quali la dirigenza
romana sta preparando l'evento. Infatti, nella Capitale, ormai di completo
dominio DS, la Margherita sembra aver perso slancio propositivo ed
innovatività, non riuscendo ad incidere sulle grandi scelte che definiscono il
futuro capitolino.

In un momento così delicato, di preparazione all'incontro con i Democratici di
Sinistra in un'ottica strategica di costruzione comune del Partito Democratico,
riteniamo che la mancanza di confronto politico pre-congressuale non prefiguri
nulla di positivo.

Il Partito e la sua dirigenza locale sono impegnati in balletti di poltrone,
nomine, riunioni di correnti e poco interessati a sviluppare un serio dibattito
politico e programmatico intorno ai temi che stanno a cuore ai cittadini.

Ci piacerebbe, invece, sentir parlare di teorie del lavoro, impegno nel
sociale, periferie, attività nel territorio. Purtroppo stiamo assistendo, da
spettatori paganti, ad una serie di incontri volti a definire il futuro
organigramma romano, che il prossimo Congresso dovrà esclusivamente ratificare.
Siamo solo osservatori impotenti di un processo politico che deciderà gli
assetti del Partito romano, promuoverà l'attività istituzionale e politica dei
prossimi anni e l'incontro nel partito democratico. E in questa fase non
riusciamo a trovare una sede opportuna cui indirizzare le nostre richieste e
proposte.

Così stando le cose, in una città che, con il suo Sindaco, fa dell'immagine il
suo punto di forza, ci sembra che La Margherita non si stia facendo una buona
pubblicità, né fuori né dentro il partito.

La mancanza di dibattito ci spaventa.
Troviamo scandaloso che a pochi giorni dalla scadenza prevista per il congresso non sappiamo ancora come questo si svolgerà.

Troviamo fuori di ogni logica che il dibattito politico non parta dai municipi ma che i coordinamenti di questi saranno decisi "a tavolino". Al contrario, nell'ampio territorio romano, i Municipi dovrebbero rappresentare il collegamento diretto tra elettori, militanti, partiti ed eletti.

Crediamo che i nostri temi e le nostre proposte siano capaci di creare aggregazione, siano capaci di interpretare lo spirito dei nostri coetanei e che possano essere un impulso all'attività del Partito, qualora trovino sostegno nella futura dirigenza. Siamo convinti che le idee e la forza dei giovani e i loro talenti possano essere il valore aggiunto di questo Partito, soprattutto in questa fase in cui siamo proiettati a strutturarci in un movimento giovanile organizzato, che sappia interpretare e dar voce alle esigenze ed istanze dei giovani romani.

Essere riformisti significa dare risposte ai problemi: ora che siamo al governo del Paese, della Regione, della Provincia e del Comune dobbiamo rilanciare la nostra iniziativa politica, mettendo da parte le critiche alla vecchia maggioranza, e riformando le molte cose che non funzionano nelle nostre Amministrazioni.

Roma è sempre stata il laboratorio delle innovazioni: quando la prima giunta Rutelli si insediò, nessuno credeva nella possibilità di governare una città da parte di una coalizione così differente. Nel 2001 nessuno credeva alla possibilità di fondare un partito in cui sarebbero confluite esperienze tanto diverse e significative, come La Margherita. Nel 2006 da Roma partì la sfida di
Governo. Essa conteneva in nuce l'esperienza e le potenzialità del Partito Democratico. A solo un anno di distanza, proprio nel periodo più importante, proprio nel momento in cui si deciderà e si dibatterà il futuro del nostro Partito, ci sentiamo tagliati fuori dalla preparazione di un dibattito che, probabilmente, di questo passo, non avverrà mai.

Crediamo fortemente in un percorso partecipativo che riporti la politica a contatto con la gente e con i giovani e le cui parole d'ordine siano: coinvolgimento, partecipazione, dibattito. È, ancora una volta, Roma che deve essere laboratorio per l'innovazione politica e la costruzione di questo nuovo soggetto capace di rappresentare da solo più di un terzo degli italiani.
Ciò premesso, richiamandoci al nostro spirito di impegno politico verso il Partito, il coordinamento dei Giovani della Margherita di Roma chiede alla dirigenza romana de La Margherita quanto segue.

1) L'impegno a rispettare le quote giovani nei futuri organismi del partito a tutti i livelli.
2) La partecipazione di un delegato del coordinamento medesimo alle attività della Commissione di Garanzia Congressuale, per farci partecipi del percorso congressuale e vigilare sul punto di cui sopra.
3) L'impegno, rivolto in particolar modo al futuro Coordinatore romano, a concordare e promuovere iniziative ritenute di volta in volta opportune al sostegno dell'attività dei Giovani della Margherita di Roma.
4) La costruzione di una sede politica di incontro tra i Giovani della Margherita ed il partito romano come momento d'interfaccia e di discussione del Partito con i suoi giovani.
5) Un impegno concreto a sostenere iniziative e istanze relative ad alcuni punti programmatici a noi cari, tra i quali:
centralità dell'investimento in educazione, formazione e ricerca in tutti i livelli del sistema scolastico ed universitario, con particolare attenzione al tema del diritto allo studio;
investimento sull'innovazione, soprattutto nel campo culturale, artistico e musicale, favorendo la produzione e diffusione delle opere dei giovani e degli artisti emergenti;
impegno nella discussione del problema casa e del caro-affitti, con focalizzazione sui disagi delle giovani coppie, degli studenti fuori sede e degli affitti in nero;
concretezza nella identificazione e realizzazione delle migliori soluzioni relativamente al problema della flessibilità selvaggia del mercato del lavoro, alimentando un dibattito che sembra oggi sopito;
investimento nelle attività di riqualificazione delle periferie cittadine realizzando non un'unica centralità ma diverse centralità nell'ottica della città Metropolitana.
6) Un impegno particolare nella realizzazione di un percorso formativo
interno, rivolto ai giovani del Partito, attraverso incontri, seminari di
studio e approfondimento, convegni, dibattiti e momenti formativi appositamente
studiati, con l'obiettivo di investire oggi sui giovani per il futuro del
Partito Democratico.

Nello spirito propositivo di partecipazione che ci ispira ci impegniamo a
presentare alla futura dirigenza romana e al futuro coordinatore un documento
programmatico con le nostre idee e proposte per una Roma a misura giovanile e
per contribuire al rilancio dell'attività del Partito sul territorio.




permalink | inviato da il 6/2/2007 alle 16:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


3 febbraio 2007

AGLI STRONZI VICINI E LONTANI

Carissimi pezzi di merda che ieri avete devastato catania,
capisco i vostri problemi psicologici e mentali: se non sapete cosa fare nella vita e della vita e se allo stadio credete solo di poter fare aggressioni e risse con gli avversari e con i cellerini, poliziotti, carabinieri e finanzieri e quant'altro, ecco se proprio non avete un cazzo da fare, prendete quelle spranghe che avete tirato a quella gente e ficcatevele tutte su per il culo.
Detto questo, francamente mi resta da dirvi che fate solo schifo.
MORTACCIVOSTRA.
Andate a lavorà cafoni perditempo.

Senza stima ne comprensione.

PS: Amici politici: ma li vogliamo mannà in galera a vita sti stronzi?




permalink | inviato da il 3/2/2007 alle 20:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


1 febbraio 2007

AAA CERCASI

Cercasi attori protagonisti per cast di IO, Silvio e Veronica.
Preferibile bella presenza e altezza considerevole




permalink | inviato da il 1/2/2007 alle 13:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     luglio       
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Cultura e Politica
Fotografie
Cinema e Svago

VAI A VEDERE

RUTELLI SINDACO
BARACK OBAMA
ENERGIE NUOVE
MARIO&MARIO
CLAUDIO STRIZZI
IL MALE
RINASCITA NAZIONALE
MATTEO MACCHIA
CONTRO LA DESTRA
VALERIO PIERONI
LA BASE
ROBERTO GIACHETTI
COMITATO RIFORMA TAXI
MARGOWEB
RADIO ROCK
PROVERBI LATINI
FEDERICO VIANO
MILU'
DEMOCRATIC PARTY
ISABELLA PERUGINI
GIANLUCA SANTILLI
BONSAI DEMOCRATICI
GABRIELE BORSOI
CRISTIAN UMBRO
Progetto Cave


ASCOLTA I LAVORI DEL SENATO IN DIRETTA

SALA GIOCHI:
Alexandra Strip Poker

Giocate a strip poker con questa bella fanciulla, e cercate di levarle i vestiti di dosso! Partirete con un budget di $200 e dovrete essere astuti e cauti se volete incrementare il vostro gruzzolo e costringere Alexandra a spogliarsi per voi.

Mini Putt Golf

Di pista in pista, cercate di mettere la palla in buca nel minor numero di colpi possibile, fate attenzione agli ostacoli e alle 'fasle buche', e cercate di dare il meglio di voi per ottenere un buon punteggio.

Biliardo Online - Deluxe Pool

Ancora un bel biliardo nel nostro archivio. Ottima la realizzazione grafica, e piacevole il gioco... soprattutto se giocato tra amici. Potrete infatti scegliere se giocare da soli o sfidare un altro giocatore dallo stesso computer.


CANNABIS: USO TERAPEUTICO


TUTTO QUELLO CHE SI PUO' FARE
CON LA CANAPA


LOGGIA P2/1
LOGGIA P2/2


DISCLAIMER (ATTENZIONE):
l'Autore dichiara di non essere
responsabile per i commenti
inseriti nei post. Eventuali commenti
dei lettori, lesivi dell'immagine o
dell'onorabilità di persone terze non
sono da attribuirsi all'Autore,
nemmeno se il commento viene
espresso in forma anonima o criptata. 

Questo Blog sosterrebbe le
riforme del Ministro Bersani,
se venissero fatte...

 

Eccomi qua

Vi presento Milla

Segolene Royal





Mio contatto Messanger MSN
ermannolombardo@hotmail.it



CERCA